photopasticcio

anfang2it

Parole alternative, ma molto diffuse per nominare questo dolce sono Hexenhäuschen – ‘casetta della stregha’, Knusperhäuschen – ‘sgranocchiacasa’ e Pfefferkuchenhäuschen – ‘casetta di torta al pepe’, perchè nel medioevo tutti i tipi di spezie furonno uniti nel termine pepe.

IMG_1367

In origine la “costruzione” delle casette vuole richiamare la storia di Hänsel e Gretel dei fratelli Grimm: La strega cattiva sorprende i bambini mentre stanno sgranocchiando le pareti della sua casa ricoperta di pan di zenzero e dolciumi. L’ospitalità della vecchia si rivela ben presto come trucco cattivo per catturarli con l’intenzione di mangiare in seguito Hänsel. I fratelli riescono di ingannare la strega e tornano ricchi alla casa del Padre.

Una voce dolciastra gridò dall’interno: “Rosicchia, rosicchia la rosetta chi sgranocchia la mia casetta?”. I bambini risposero: “E’ il vento, il vento bestiale, il bambino celestiale.”.

IMG_1296q_2

IMG_1311e_3_2_2_2

Quando tramonta il sole, scende un buio sacro sui tetti innevati della città antica [Altstadt] e mentre il sottostante mercato di natale, il famoso ‘Christkindlesmarkt’ sta celebrando i ricordi di una bambina, la quale avvolta nell’aria gelida sente quel tipo preciso di aromi antichi, che emanano i biscotti di natale insieme al vino brulé, il cosidetto ‘Glühwein’, è possibile vedere Hänsel e Gretel nella loro casetta di pan di zenzero. Insomma, è una descrizione forse un po’ troppo romantica, in realtà vengono ogni anno circa due millioni e mezzo di turisti a Norimberga, la metropoli del panpepato, per assistere all’evento. Tuttavia è possibile incontrare quel tipo di atmosfera sopratutto in centri più piccoli e passeggiando nei misteriosi boschi della baviera dove s’incontrano ancora fate ed altri abitanti fiabesce.

Untitled-7

Impasto di panpepato per la casetta della stregha

  • 1000 gr di farina
  • 500 gr di miele
  • 500 gr di zucchero di canna
  • 250 gr di burro
  • 5 uova
  • 50 ml di latte, rum o kirsch
  • 4 cucchiaini di cacao
  • ½ cucciaino di sale
  • buccia di 2 limoni grattugiati
  • buccia di ½ arancio grattugiato
  • 4 cucchiaini rasi [8 gr] di cannella macinata
  • 1 cucciaino raso [2 gr] di chiodi di garofano macinati
  • ½ cucchiaino [ciascuno 1 gr] di pimento, cardamomo, coriandolo, zenzero
  • un pizzico generoso [ciascuno 0,5 gr ] di anice, noce moscata, finocchio
  • 2 cucchiaini colmi di potassa
  • 2 cucchiaini di ammonio

Sciogliere il burro, il miele e lo zucchero in un pentolino, non deve cuocere! Stendere la farina e il cacao, il sale, gli aromi, le spezie e il latte/Rum a fontana sulla spianatoia. Aggiungere le uova, trasferire lo sciroppo al centro e impastare per ottenere un’impasto solido. Lasciare riposare l’impasto coperto per almeno 48 ore. L’ideale sarebbe un riposo di 2 mesi in un luogo fresco ed asciutto [cantina].

Sciogliere sia la potassa che l’ammonio con un cucchiaio d’acqua e unirli separatamente all’impasto. Stendere l’impasto con il matterello di circa 1 cm, ritagliarlo con le formine preparate per la casetta [vedi immagine]. Non va dimenticata la piattaforma con le figurine!

IMG_9481 copyit

Infornare a 180 ºC per circa 20 minuti.

IMG_1266_2d

IMG_1260

Dopo che si sono raffreddati i singoli pezzi di panpepato bisogna metterli insieme con la ghiaccia reale. Al riguardo trasferite la ghiaccia reale in una sac-à-poche e tagliate la punta ottenendo un foro molto fine e stretto che vi servirà in seguito anche per decorare la casetta di pan di zenzero.

IMG_1274a

IMG_1333

IMG_1335

Ovviamente c’è la possibilità di abbellire la casa della stregha con guarnizioni e dolciumi commerciali, tuttavia chi vorebbe tentare di fare uno sforzo e prendere la situazione nelle proprie mani per dare sfoggio alla propria creatività, ecco la ricetta per il fondente fatto in casa qui. Almeno io trovo che ne valga la pena!

IMG_1323_2

IMG_1284_3

A tutti voi una favola d’inverno ………………………………………………..e vissero tutti felici e contenti.

IMG_1540 copy

Untitled-1

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 2014-12-19 alle 0:03. È archiviata in x-mas. con tag , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: