photopasticcio

anfang2 copyit

Il panpepato veniva considerato una prelibatezza, un rimedio, un medicinale, non un palese dolcetto!

IMG_8970a

gewürze2it

La leggenda vuole che nel anno 1720, un Lebzeltner di Norimberga [artigiano di panpepato] abbia curato la figlia gravemente malata di nome Elisabeth con la sua ricetta di panpepato. Ancora oggi i Elisenlebkuchen si preparano rigorosamente con gli ingredienti prima qualità. Ovviamente tralasciando l’uso di farine!

1

qw

i copy

2

Sono cresciuta a Norimberga, la città medievale al nord della Baviera, più esattamente nella Media Franconia, dove la produzione dei ‘Lebkuchen’ ha la sua origine nel 14. secolo nei monasteri. La lunga tradizione ha portato ad una varietà locale e diversi tipi del panpepato. Il panpepato di Norimberga, i ‘Nürnberger Lebkuchen’ devono essere preparate a Norimberga, essi sono le più conosciute al mondo e prottete dal 1927. Da queste parti non esiste la possibilità di negare il consumo di queste prelibatezze immacabili durante il periodo natalizio.

IMG_1777

IMG_1780

Sfornare dolci di natale nella propria cucina è una tradizione profondamente radicata nella cultura pasticcera dei paesi nordici, generalmente subentra in ogni nucleo familiare. Ci provano un po’ tutti e anch’io come oggi mia figlia e tanti altri bimbi, ho preparato i miei primi biscotti insieme alla mia Mamma nelle fredde giornate di fine novembre. Lei, conservandoli in scatole lì ha nascoste per le feste, ma noi fratelli, puntualmente abbiamo svuotato il contenuto per vie misteriose, stranamente per le feste è sempre rimasto qualcosa.

IMG_1977a_2_2

IMG_1988a

Il panpepato si divide generalmente in due categorie: pan di miele / panpepato bruno [Honiglebkuchen / Brauner Lebkuchen] e panpepato di ostia [Oblatenlebkuchen]. La bassa o mancante porzione di farina nei panpepati di ostia [ad esempio Elisenlebkuchen, Nürnberger Lebkuchen] genera un impasto dalla consistenza morbida, esso viene posato direttamente sulle ostie. La ricetta tradizionale, cioè quella vera, non prevede l’uso di sostanze lievitanti, quindi si rinuncia anche all’aggiunta del bicarbonato di sodio in questo caso.

IMG_8977c

IMG_9182d

La preparazione dei biscotti di panpepato richiede del tempo! Essi dovrebbero essere conservati in scatole di latta ben chiuse per almeno una settimana, meglio tre, per permettere che sviluppino pienamente il loro aroma sapido. Un piccolo consiglio: Se si aggiunge una scorsa d’arancia, i biscotti rimangono belli morbidi.

IMG_9233

Buon Avvento!

IMG_9344bit

Untitled-1

Annunci
Questa voce è stata pubblicata il 2014-12-12 alle 0:23. È archiviata in x-mas. con tag , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Segui tutti i commenti qui con il feed RSS di questo articolo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: